Come si calcola - LONGOBARDINFOTO

Vai ai contenuti

Menu principale:

Come si calcola

FOTO

Sempre come per l’Imu, anche per la Tasi ogni contribuente deve effettuare il calcolo considerando gli immobili posseduti e la loro destinazione d’uso. È necessario conoscere la  tipologia di immobilecon le eventuali  pertinenze  (cat. C/2, C/6 o C/7) dell’abitazione principale (per calcolare la detrazione se prevista), i dati del valore della  rendita catastale  dell’immobile per la rivalutazione, la  percentuale e i mesi di possesso  (riferiti all’anno 2014).
Ecco la modalità di calcolo: la rendita catastale, riportata nella visura, va moltiplicata per il 5%. Questa rivalutazione va nuovamente moltiplicata per 160 e questa base imponibile a sua volta andrà moltiplicata per l’aliquota decisa dai Comuni. Poi vanno sottratte le detrazioni.
Esempio. Due coniugi che possiedono al 50% un appartamento con rendita catastale pari a euro 800 euro e aliquota stabilita dal Comune pari al 2,5 per mille:
800 x 1,05 x 160 x 2,5 / 1000 = 336 euro
Ogni coniuge pagherà 336 / 2  = 168 euro, di cui 84 euro entro il 16 ottobre  e 84 euro entro il 16 dicembre.

                                           
Comune di Longobardi

·          Aliquota ordinaria: 2,5 per mille
·          Aliquota fabbricati rurali ad uso strumentale: 1,00 per mille
·          Esenzione per i fabbricati soggetti ad IMU nella misura del 10,60 per mille

SCADENZE:            16 ottobre 2014 acconto in autoliquidazione
                               16 dicembre 2014 saldo in autoliquidazione

 Per vedere  aliquote del  Comune di Longobardi fai click quì

  • REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA

       COMPONENTE TASI
       DEL TRIBUTO I.U.C. (IMPOSTA UNICA COMUNALE)     fai click  quì

 
Cerca nel sito
Torna ai contenuti | Torna al menu